Come Aiutare un Amico Dipendente dalla Cocaina

Come Aiutare un Amico Dipendente dalla CocainaSe ti stai chiedendo come aiutare un amico dipendente dalla cocaina, la prima cosa che devi sapere è che non devi aspettare. Più a lungo rimanderai l’aiuto, più difficile sarà per lui o per lei smettere.

La dipendenza è una condizione progressiva, che peggiora man mano che passa il tempo.

Ciò è dovuto in parte agli aspetti fisiologici della dipendenza da cocaina, dal momento che il corpo di un cocainomane diventa sempre più assuefatto a questa droga, ma dipende anche dal fatto che la persona, con il passare del tempo, diventa sempre più emotivamente e mentalmente dipendente dalla cocaina per trovare sollievo dallo stress, per sentirsi a proprio agio e persino per sentirsi normale. Peggio ancora, più a lungo aspetti di intervenire e di fornire il tuo aiuto, più è probabile che il tuo amico si metta nei guai con la legge, abbia un incidente o addirittura muoia.

Non temere di sollevare l’argomento e non lasciare che le preoccupazioni sull’eventualità di offenderlo ti impediscano di agire. In effetti, se lo fai nel modo giusto, non solo eviterai di offenderlo, ma rafforzerai anche la tua amicizia dimostrando che ti interessi sinceramente e profondamente a lui. L’alternativa è rinviare o non dire nulla. Così facendo incoraggi il tuo amico a continuare con la cocaina.

Se dici qualcosa, potresti “perdere” il tuo amico, ma se non dici niente, lo perderai quasi certamente.

Aiutare il tuo amico a smettere dipende dall’immaginare qualche tipo di intervento. A seconda delle circostanze e della natura della tua relazione con lui, questo può consistere in una conversazione intima tra di voi, oppure potrebbe essere un incontro formale a cui partecipano molte altre persone.

Se pensi che il tuo amico risponderà meglio a un intervento privato e personale, allora crea la condizione di poterti trovare a quattrocchi con lui, senza che qualcosa o qualcuno possa intromettersi; se ti aspetti che ci vorrà la voce di molti amici e familiari per impressionare il tuo amico e fargli capire che è ora di smettere, allora è consigliabile invitare le persone che il tuo amico rispetta, poiché le loro opinioni hanno in genere un peso maggiore.

In entrambi gli scenari, assicurati di evitare un tono accusatorio nei confronti del tuo amico; questo approccio potrebbe indurlo a mettersi sulla difensiva e, di conseguenza, a rifiutare il tuo aiuto. Invece, prova a fargli come il suo comportamento ti sta influenzando, su come ti sentiresti se lo perdessi per colpa della droga e le preoccupazioni che hai per la sua sicurezza, la sua felicità e la sua salute.

È di vitale importanza pianificare in anticipo, prima di iniziare l’intervento. Senza un piano preciso, l’incontro rischia di sfuggire al tuo controllo e andare fuori strada, trasformandosi in una discussione che non porta a nulla. Un altro motivo per cui dovresti avere un piano è che ti rende più facile perseverare verso il tuo obiettivo quando il tuo amico si blocca.

Infine, è necessario avere in mente un obiettivo specifico che si traduca in un’azione reale. Non è sufficiente convincere semplicemente il tuo amico a smettere e lasciargli la responsabilità di svegliarsi, la mattina seguente, e di non scivolare di nuovo nella routine e nei modelli di comportamento a cui si è abituato. Invece, tu hai un obiettivo. Alla fine dell’intervento, il tuo amico non solo accetterà di smettere, ma anche di intraprendere un percorso di riabilitazione in un centro di recupero per cocainomani.

L’aiuto che puoi offrire ad un amico che ha una dipendenza da cocaina non finisce però con la riabilitazione. Non appena il tuo amico completerà il programma, dovrai essere pronto ad assisterlo nella transizione verso il mondo esterno, un mondo in cui la droga e l’alcool sono largamente disponibili. Aiuterai il tuo amico ad evitare situazioni e luoghi in cui normalmente avrebbe consumato alcool o droghe. La vita dopo la riabilitazione sarà enormemente diversa per il tuo amico e tu potrai fornire un’assistenza preziosa standogli vicino per andare avanti verso il pieno successo.